Cronaca
"Pizzicato" con un chilo di datteri di mare: tenta la fuga ma viene fermato
domenica 7 luglio 2019

Il pescatore di frodo è stato fermato e denunciato da personale della Guardia costiera e dai carabinieri.

“Pizzicato” con un chilo di datteri di mare, tenta la fuga ma viene fermato: un pescatore di frodo è stato denunciato nella mattinata di ieri dal personale della Guardia Costiera dell’Ufficio locale marittimo di Torre Cesarea e dai militari della stazione dei carabinieri.

Le forze dell’ordine hanno posto sotto sequestro in località Torre Castiglione, nel comune di Porto Cesareo, un kg di datteri di mare (Lithophaga lithophaga) e la relativa attrezzatura utilizzata per la loro raccolta e per la distruzione della roccia.

Il pescatore di frodo, alla vista dei militari, ha abbandonato il borsone contenente l’attrezzatura e si è allontanato con il proprio veicolo, sicuro di averla fatta franca. Di lì a breve una pattuglia dei carabinieri ha individuato il mezzo, la cui targa era nota, e ha rinvenuto al suo interno un contenitore termico con i datteri di mare. Informata dell’operazione, l'autorità giudiziaria ha convalidato il sequestro dei datteri, che a seguito del nulla osta del medico veterinario sono stati distrutti.

Tra i reati contestati al pescatore vi è l’"asportazione di specie marine protette per i quali ne è totalmente vietata la cattura, la detenzione e la commercializzazione oltre che di danneggiamento della scogliera interessata e deturpamento di bellezze naturali".